martedì 17 giugno 2008

i frutti del dialogo


Eccovi serviti. I fautori del dialogo, i nemici del dissenso, dei verdi, degl ambientalisti, dei laici, dei Grilli e dei Travagli, hanno visto annullata persino la loro ombra.
Ogni elezione che si succede sparisce un pezzo consistente di questa ombra. Che oramai non c'è più.
Al di furi delle metafore. Il governo ombra dell'ombra di Veltroni è sparito nel nulla e si dissolve sempre di più. Evidentemente ci si accorgeva di loro solo quando in campo c'erano i corpi di Pecoraro Scanio, di Di Liberto, di Bertinottti, di Rizzo e di quelli che al dialogo non avevano mai creduto.
Quelli che per volere la pace, un lavoro più umano e meglio pagato, un'ambiente più sano ed una politica più onesta, sono stati fatti fuori dai cosidetti "moderati" ossia da quelli che volevano la guerra, quelli che insabbiano i processi, quelli che non concedono neanche un pio funerale a Welby. .. i moderati.
Ed ecco la risposta degli elettori. Gi elettori, cari miei amici del dialogo, vogliono persone con il sangue vivo nelle vene. Persone che si battono per i loro ideali, persone che gridano per affermare i propri e gli altrui diritti . Diritti che non si chiedono con il diaogo ma si pretendono gridando con la forza.
Il centrosinsistra ha governato male?
Guardate cosa è successo a Catania. Il sindaco/medico Scapagnini ha lasciato una città in ginocchio. Una città al buio con una voragine nel bilancio. Alla elezione di ieri il centro destra (diviso, per giunta) ha sfiorato l'80% dei consensi. All'ombra solo il 18%.
Ogni commento è ridicolo.

(pippo vinci)

Nessun commento:

 
Basta! Parlamento pulito passaparola