mercoledì 12 novembre 2008

il lato B dell'Italia


Ieri il nostro (anzi ..loro) presidente del Consiglio S.B. ha ricevuto il presidente del Brasile Lula.
Ma probabilmente non si è reso conto del rango e del ruolo di quell’uomo.
Forse lo ha scambiato per uno di quei loschi individui che lui incontra giornalmente nel fangoso mondo del calcio e dello spettacolo in genere.. Così ha creduto di fargli piacere accogliendolo con la ministra più bona e incompetente (la Carfagna) e i giocatori più bravi (??) e più pagati della sua squadra (Kaka e Ronaldinho in testa). Insomma Lula, spero si sia sentito un po’ umiliato.
Lui che sta cercando di cambiare il Brasile mettendo al primo posto gli interessi degli emarginati, si vede circondato dal peggio che una nazione occidentale possa oggi offrire. Magari sarebbe stato meglio mostrare un lato più alto della nostra terra.
Non mancano certo i premi Nobel, i Letterati, i Benefattori, i difensori della Legalità e così via. Ma quelli S.B. non li tratta. e loro non trattano lui. E così invece del lato A dell’Italia , ha mostrato a Lula il lato B.
(pippo vinci)

2 commenti:

Anonimo ha detto...

La cosa più divertente è che ,a sentire i telegiornali, Lula ha promesso di far entrare in politica un calciatore!! Nessun altro argomento di conversazione è stato riportato dai nostri media, che vergogna!!!!!!!
Letizia

la trazzera ha detto...

e già!
Ma di che avranno discusso i due?
Io ho l'impressione che qualunque capo di stato o di Governo che incontri Berlusconi lo faccia solo per "dovere". Non c'è nessuna possibilità di dialogo con un voltagabbana per convenienza come lui.
Gli unici argomenti che accomunano il nostro a tutti gli altri capi di governo (maschi) sono il calcio e le femmine. E di questo possono parlare. Poi quando Lula incontrerà Putin o Sarkozy o zapatero o Obama, allora parleranno anche di politica internazionale , crisi economica, clima, fame nel mondo, energia nucleare eccetera eccetera.

pippo

 
Basta! Parlamento pulito passaparola