martedì 17 marzo 2009

brogli a Palermo : la verità si fa strada


Palermo: presunti brogli elettorali, Tar sospende giudizio
Orlando (Idv): "Acquisiti atti che confermano irregolarità"

10 marzo 2009

Il Tribunale amministrativo regionale ha disposto l'acquisizione di numerosi atti con riferimento alle elezioni comunali di Palermo della primavera 2007. Tale acquisizione, determinante per il richiesto annullamento delle elezioni, ha confermato "puntualmente la fondatezza delle censure mosse nel ricorso proposto con riferimento a irregolarita' di
procedura, manipolazioni e brogli elettorali". Lo afferma Leoluca Orlando, portavoce nazionale di Italia dei Valori.

"Il Tar, in considerazione di processi penali gia' avviati e di illegittimita' emerse - spiega Orlando -, ha oggi dovuto decidere la sospensione del giudizio in sede amministrativa. Dopo i numerosi arresti dei mesi scorsi, emerge ogni giorno e con grande chiarezza - prosegue l'esponente di IdV - la illegittimita' delle procedure e un impressionante quadro di illiceita', che hanno stravolto i risultati elettorali delle amministrative a Palermo nella primavera 2007".

Per Orlando "siamo in presenza di una macroscopica e clamorosa manipolazione elettorale. Tutte le acquisizioni e gli atti ormai depositati nel processo amministrativo verranno a cura dei miei legali depositati in sede penale perche' si faccia piena luce su questa inaccettabile e vergognosa mortificazione del diritto degli elettori di esprimere in liberta' e regolarita' le proprie scelte".

4 commenti:

Anonimo ha detto...

MA SI ILLUDE VERAMENTE DI TROVARE 25.000 VOTI DI BROGLI?
SI METTA IL CUORE IN PACE I PALERMITANI (LA MAGGIORANZA VOTANTE DELLE ULTIME ELEZIONI) LO HANNO BASTONATO COME ALLE REGIONALI. I BROGLI FIN QUI ACCERTATI (POCHE CENTINAIA DI VOTI) HANNO RIGUARDATO VOTI DI SCAMBIO DI CANDIDATI SCONOSCIUTI.

Anonimo ha detto...

Facciamo così: i brogli elettorali e i brogli in genere vanno sempre denunciati; che poi Orlando si illuda o meno di trovarne 25.000 non mi sembra un problema.
Di certo so soltanto che in questa città tanti si lamentno del governo, della crisi, dei privilegi di pochi, del nessun rispetto delle regole ... e poi... tengo famiglia.
Tuteliamo la legalità prima che si estingua come i panda. Basta vivere in una città europea sporca come poche. Basta con una riforma della scuola che qui non si può attuare del tutto perchè le scuole di questa città operano a tempo pieno in misura risibile e chi lavora si trova nella necessità di utilizzare le scuole a pagamento che ti garantiscano un orario compatibile con il tuo.
Basta! Evviva Luca.

Anonimo ha detto...

io credo che anche se si accertasse che un solo cittadino è stato scippato del suo voto, sarebbe comunque gravissimo. E finiamola di avercela con Orlando, guardiamo la città e giudichiamo dai fatti. Vi piace la Palermo di Cammarata?
Ognuno risponsda in cuor suo. Non voglio sapere la risposta. Vi do solo la mia . A me no la città di Cammarataproprio non mi piace.

Fabio

Anonimo ha detto...

Ma il sindaco del centrosinistra per le prossime elezioni dovrebbe essere ancora Orlando. Ragazzi così non vinceremo più una elezione, non possiamo guardare sempre indietro ci vogliono facce nuove e nuove proposte. Orlando ci ha dato tanto, ha avviato il rinnovamento di Palermo ma adesso lasci strada, prima o dopo tutti passano alla pensione, io spero che ci vada presto per il bene del centrosinistra.

 
Basta! Parlamento pulito passaparola