martedì 31 marzo 2009

la carta di Firenze



Beppe Grillo ha presentato ieri la 'Carta di Firenze': dodici punti, 'le idee della politica del futuro'.

Il Documento sarà di riferimento alle Liste Civiche che fanno riferimento a Grillo.
Numoerosi sono gli argomenti trattati nel documento programmatica: acqua pubblica; impianti di depurazione obbligatori per ogni abitazione non collegabile a un impianto fognario, contributi/finanziamenti comunali per impianti di depurazione privati; espansione del verde urbano; concessioni di licenze edilizie solo per demolizioni e ricostruzioni di edifici civili o per cambi di destinazioni d'uso di aree industriali dismesse; piano di trasporti pubblici non inquinanti e rete di piste ciclabili cittadine; piano di mobilità per i disabili; connettività gratuita per i residenti nel Comune; creazione di punti pubblici di telelavoro; rifiuti zero; sviluppo delle fonti rinnovabili come il fotovoltaico e l'eolico con contributi/finanziamenti comunali; efficienza energetica; favorire le produzioni locali.

La crisi economica, secondo Grillo, sarà una grande occasione perché il tema dello sviluppo sia ripensato: largo quindi alle fonti d'energia rinnovabili, con piccoli impianti di generazione elettrica, perché 'noi non abbiamo bisogno di una centrale nucleare che produca un milione di watt - ha affermato il comico genovese - ma di un milione di cittadini che producano un watt ciascuno'.

(F. Baglivi)

Nessun commento:

 
Basta! Parlamento pulito passaparola