venerdì 13 agosto 2010

La spolitica siciliana


1 . Lombardo rompe gli indugi e convince Miccichè;
2 . Il PD sicilia tenta di coinvolgere l'UDC per una alleanza strategica;
3. Il PDL prende l'iniziativa e convoca Lombardo a Roma :deve dirci con chi sta!
4 . I lealisti hanno esaurito la pazienza. C'è aria di crisi.
5. Bersani bacchetta i compagni siciliani: basta con le alleanze anomale!
6. Sfida di Lombardo a Roma: noi siamo determinati!
7. ancora Lombardo: la Sicilia fondamentale negli equilibri nazionali, il governo smetta di aggredirci

E così via da oltre 3 anni a questa parte. E' questa la politica siciliana.
Non si parla mai di progetti, di lavoro, di ambiente , di energia, di scuola ,di sport... insomma non si parla mai di Politica. Quella siciliana è solo un carosello di accordi sopra e sottobanco, inciuci (sottobanco), di tradimenti di allontanamenti e riavvicinamenti, di sorrisi, di pacche sulle spalle, di ultimatum e di retromarcia senza dignità. Con un pizzico di odor di mafia che non guasta mai.

Uno spettacolo disgustoso che tende solo a portare a termine una legislatura incomprensibile e, sopratutto, per portare a casa 20 mila euro al mese (cadauno) per i prossimi 2 o 3 anni.

(pippo vinci)

1 commento:

Anonimo ha detto...

il signore, alle scorse comunali del mio paese, in prima istanza ha sostenuto il candidato di destra, al ballotaggio ha sostenuto il candidato di sinistra, quando ho mostrato un certo disgusto, ad un aspirante assessore "lombardiano", per il disorientamento e lo sconcerto che ha destato negli elettori sia di destra che di sinistra, mi ha risposto con arroganza che tanto quelli di sinistra "votanu cu nasu attuppatu" ecco nelle mani di chi siamo...
Antonella G.

 
Basta! Parlamento pulito passaparola