sabato 18 dicembre 2010

l'antifascismo era un progetto!


Finita la penosa commedia del B day, si ricomincia con il solito carosello dell'opposizione: Casini non vuole stare con Di Pietro, Bersani non vuole le primarie, le primarie non vogliono Bersani, Fini non si appatta con Di Pietro, Rutelli non sopporta Vendola, Vendola evita Casini.

Nessuno ha chiara una cosa: che finchè nel giro della Politica italiana c'è un certo Berlusconi, in Italia non si potrà mai discutere di Politica, di progetti, di riforme e così via.

L'unica strada da percorrere è TUTTI UNITI CONTRO IL CAIMANO. Poi, e solo poi, si potrà discutere di politica e di alleanze sui contenuti.

Vi ricordate l'antifascismo del ventennio? Un movimento trasversale che univa tutti. Ad eccezione dei ... fascisti. Quello è stato il momento più alto di unità nazionale. Comunisti, cattolici, democristiani, liberali e .. monarchici, erano tutti uniti contro il demone nero.

Essere contro non vuol dire non avere un progetto. Che diamine! Non era un progetto liberare l'italia dai nazifascisti? Non era un progetto affermare principi di libertà, di umanità, di rispetto dell'individuo, di cura dell'ambiente, di affermazione della libertà di stampa e di cultura, di religione, di protesta, di associazione e di dissociazione? Tutti princìpi negati dal fascismo.

E non è oggi un progetto liberarsi di Berlusconi ed affermare tutto quello che lui nega e calpesta?: legalità, onestà , sobrietà, diritti, cultura, accoglienza, umanità, parità, famiglia, lavoro, istruzione, educazione e Costituzione?

Minchia, se non è un progetto questo, ditemi cosa è un progetto politico!

pippo vinci

Nessun commento:

 
Basta! Parlamento pulito passaparola