martedì 8 novembre 2011

Pinocchio le diceva meglio!


Dopo la certificazione che questa maggioranza non esiste più, il Sig B sale al Quirinale e "promette" (ancora!?) al capo dello Stato, che si dimetterà non appena approvata la legge che dovrebbe accontentare l'Europa ed i mercati. E tutti i minchioni gli credono!

Ma come si fa a credere ancora una volta alle promesse di B quando lo steso B in 17 anni non ne ha mantenuta neanche una. Che fosse una! Figuriamoci questa.

Innanzitutto il furbone, con questa promessa, prende tempo. E già questo dovrebbe far capire le sue intenzioni. Insomma dopo una batosta evidente alla Camera, un premier non "sale" al Quirinale per fare delle promesse. Un premier "sale al Colle" (mamma mia quanti luoghi comuni), e si dimette. Punto e basta. Altro che promesse!

No, il furbone pone una condizione: appena approvata la legge di assestamento finanziario, il maxiemendamento.

Prima lo devono scrivere sto maxiemendamento. E qui passano settimane, poi lo devono discutere ed infine lo devono approvare. E dopo che si approva (se si approva) perchè si dovrebbe dimettere? In fondo avrà dimostrato di avere ancora una maggioranza che lo sostiene. Una maggioranza responsabile che vuole il bene dell'Italia.

Se invece la legge di stabilità non viene approvata lui potrà dire: "ma io avevo detto che mi dimettevo dopo L'APPROVAZIONE" quindi ,visto che non è stata approvata, la promessa non vale più. E a quel unto prenderà altro tempo chiedendo un esplicito voto di (s)fiducia. Campa cavillo!

Chiaramente il nostro sig B in questo mentre non starà con le mani in mano, ma si darà da fare, non certo per scrivere il maxiemendamento, ma piuttosto per fare campagna acquisti. In fondo ne deve comprare (o ricattare) solo 8. E che sono 8 anime morte per lui che ha comprato una intera nazione?

Ecco quello che sta per succedere, altro che dimissioni!

pippo vinci



tutti gli credono .. tranne Di Pietro leggi qui


1 commento:

Anonimo ha detto...

okkio ai radicali.....

 
Basta! Parlamento pulito passaparola