domenica 2 settembre 2012

Sinistra uguale coglioni!


Si avvicinano le elezioni in Sicilia e si cominciano a delineare con maggiore pecisione alleanze e candidati.
Vengono fuori così i primi sondaggi. Ecco il primo nella immagine di sinistra(clicca sull'immagine per leggere i dati)

Io vorrei fare una semplice considerazione guardando i risultati del sondaggio sui candidati presidenti e sui singoli partiti

La classifica delle "previsioni" vede in stretta concorrena Musumeci, Crocetta e Micciche. Diciamo che in Sicilia non cambia nulla, mai. Guardiamo i dati riferiti ai partiti
Il centro-Destra compatto ,dal il PDL all''UDC è sicuramente in grande maggioranza e se si associassero come hanno fatto in passato, sbaraglierebbero il campo . Le percentuali dei partiti di centro destra, se sommate, si avvicinano molto a quelle del famoso 61 a 0. Per fortuta gli ex fascisti e democristani si dividono e così entrano in concorrenza con la modesta coalizione PD UDC (appena il 28% dei suffraggi previsti).

L'altra sinistra (IDV, SEL VERDI e Fed Sinistra) si suicidano prima del voto e vanno da soli "forti" di una misero 11 %.

Ma si può essere così bestie?
Insomma approfittate che i fascisti sono divisi e fate una bella coalizione di centrosinistra (e vabbè all'UDC ci pensiamo dopo) e presentate un candidato unico che, stando così le cose, vincerebbe a mani basse.

Cosa fa invece la sinistra per conquistare Palazzo d'Orleans: si divide!

p.s. ottimo il previsto risultato dei grillini: 11%!

pippo vinci

3 commenti:

Anonimo ha detto...

... e se questa volta accadesse qualcosa di diverso? se questa volta i sondaggi sbagliassero? e se questa volta quell'11% diventasse maggioranza?..crederci non costa nulla.Certo credere nei Siciliani è difficile ma..a Palermo qualcosa di diverso è accaduto..Si Palermo non è la Sicilia ma......voglio crederci fino all'ultimo.
CERTO
Miccichè presidente sarebbe davvero l'ennesima beffa..

Anonimo ha detto...

Ormai é da tempo immemorabile che i politici tutti e in particolare quelli siciliani rappresentano quasi esclusivamente se stessi e al massimo le loro famiglie e i loro "clienti".Quindi anche la sinistra, che di sinistra ha solo la facciata, si é adeguata e la rincorsa al potere e ai privilegi é sfrenata, alla faccia delle convinzioni politiche ! Quindi non bisogna parlare di coglioni ma di "furboni" e i veri coglioni sono i cittadini che votano per liste e coalizioni composte da gente senza arte nè parte.La soluzione sarebbe di ribellarsi a questo sistema non andando a votare e nel contempo rivendicare con maggiore forza uno status sociale e politico equo e dignitoso.

Anonimo ha detto...

condivido
ma lcontinuo a pensarla come-giorgio gaber-il voto
se ti va vallo a rivedere su you tube

 
Basta! Parlamento pulito passaparola