lunedì 8 ottobre 2012

Chi ha messo Antonio Piazza all’Aler?

antonio piazza
Piazza è quel tizio, presidente dell’Aler (Azienda Lombarda Edilizia Residenziale) di Lecco, il quale, multato perché con la sua Jaguar aveva parcheggiato in un posto riservato ai disabili, si è vendicato tagliando le gomme all’auto del disabile stesso, il quale aveva segnalato ai vigili la sua infrazione. Ma questo, in fondo, è il meno. Il fatto agghiacciante è che, avvicinato da giornalisti e telecamere, il Piazza ha rivelato accento dialettale da mafioso siculo-calabro, sguardo furbo-sfuggente da pregiudicato, mente da subnormale ed inarticolatezza di linguaggio da analfabeta rurale. Si intuisce che l’invalido ha avuto fortuna, a subire solo il taglio delle gomme; in una zona più isolata, il Piazza avrebbe potuto anche incaprettarlo e mettergli il sasso in bocca.
Come è stato in grado un figuro di così evidente insufficienza mentale, di dirigere un ente pubblico? Chi l’ha scelto per la carica? Meglio: «in quota di chi» il maturo teppista analfabeta è stato messo ad una poltrona che sicuramente rende un sacco di soldi, ma che dovrebbe anche comportare l’esercizio di qualche responsabilità, o almeno la lettura di qualche documento? leggi tutto

di maurizio blondet - www.comedochisciotte.it

Nessun commento:

 
Basta! Parlamento pulito passaparola