martedì 25 febbraio 2014

Il popolo dei creduloni

Da un po' di tempo il mondo viene regolarmente e metodicamente   ingannato dai pinocchi fotogenici. Per fare solo qualche esempio iniziamo con Silvio Berlusconi che doveva cambiare l'Italia con la rivoluzione liberale, con l'abbassamento delle tasse, con le grandi infrastrutture e con altre promesse inevase. Ed è finita come è finita.

Allarghiamo l'orizzonte  e ci imbattamo in un pinocchio mondiale, il tracotante presidente USA Barack Obama che doveva chiudere Guantanamo , portare la pace in medio oriente, introdurre la riforma sanitaria per i poveri.. ed è finita come è finita.

Poi è arrivao il papa buono (e perchè buono, gli altri erano cattivi?) che promette umiltà, semplicità, saggezza, carità cristiana, tolleranza e sobrietà e invece si è distinto per qualche telefonata alle suore, un abbraccio in platea agli amici d'imfanzia (com'è umano lui!), una lettera di conforto a una donna stuprata  e tante (ma tante)  ramanzine così  buoniste, ma così buoniste  da fare impallidire persino Fabio Fazio.
.
Ed ecco l'ultimo arrivato, Matteino Sorcio Renzi, che dopo avere detto a Letta: "da me non devi temere nulla.." o che ".. mai senza elezioni" si è impossessato di Palazzo Chigi, in un sol boccone. Ha messo nel gabinetto 5 o 6 raccomandati (ma giovani però), ha promesso abbassamnto delle tasse (Silvio style), abolizione del Senato col voto degli stessi senatori (l'ha detto proprio  in faccia ai senatori), aggiustatine quà e là delle scuole cadenti e si appresta a fottere per l'ennesima volta il popolo dei poeti, dei navigatori, dei santi e dei creduloni!

tutte le bugie di Obama

Mariano Litrico

Nessun commento:

 
Basta! Parlamento pulito passaparola